Le Grotte del Circeo

GROTTA GUATTARI o NEANDERTHAL: (accesso Via Lungomare Circe) scoperta il 25/02/1939, ove è rinvenuto il cranio dell’uomo di Neanderthal. Attualmente nel sito vi è un calco dell’originale esposto al Museo dell’Università di Roma.

GROTTA DELLE CAPRE: (accesso Via del Faro) sorge a pochi metri della riva del mare, con ampia apertura a volta.

GROTTA AZZURRA: raggiungibile solo via mare, si trova a pochi metri da quella delle Capre, l’accesso è possibile solo quando il mare è calmo con piccole barche o a nuoto, è lunga circa 30 metri e larga 10.

GROTTA DELL’IMPISO O IMPICCATO: (accesso Via del Faro), prende il nome da una stalattite a forma di uomo che pende dalla volta.

GROTTA DEL FOSSELLONE: Via del Faro a pochi metri da quella dell’impiccato, durante gli schavi sono stati trovati resti di flora e fauna preistorica.

GROTTA DEL PRESEPE O DEL CALICE: raggiungibile solo via mare, si trova vicino alla Grotta Azzurra.

GROTTA POSITONE: Via del Semaforo in località Peretto.

GROTTA DELLA SIBILLA: Via Torre Paola di fronte all’ingresso della Baia d’Argento.

GROTTA DI LUCULLO: Via Litoranea km. 4 dal Circeo per Sabaudia.

GROTTA DEI PIPISTRELLI: versante nord sotto l’Acropoli.

GROTTA DELLA MAGA CIRCE – DEI PRIGIONIERI – DI ULISSE – BREUIL: Località Precipizio, tutte raggiungibili via mare.

GROTTA SPACCATA: località Torre Paola.

GROTTA E. LANZUISI: posta sotto Torre Cervia è invasa dall’acqua. Vi si penetra attraverso un cunicolo semisommerso. “Prende il nome dal suo scopritore”.